Viaggio alla Scoperta delle Marche

Viaggio alla Scoperta delle Marche

Il Conero e il suo mare

Il mare preferito dagli anconetani è senza dubbio quello di Portonovo (qui vicino la Torre di Portonovo e la spiaggeta omonima), qui oltre che trovarsi di fronte uno splendido mare e dietro il monte con la sua folta vegetazione, è possibile gustare della buonissima cucina marinara in uno dei tanti ristorantini che si trovano nella baia.

Sempre nella zona di Portonovo attraverso sentierini un po’ faticosi è possibile raggiungere a nord la bellissima spiaggia di mezzavalle (nella foto) e più a sud lo scoglio della Vela entrambi i punti sono hanno il grosso merito di non essere molto affollati neanche nei giorni di maggior afflusso

A sud troviamo invece Numana e Sirolo con le loro splendide spiagge, la più bella ma con i bimbi raggiungibile solo in barca e senza dubbio quella delle Due Sorelle (nella foto).

Per informazioni su dove alloggiare e sulle altre attrazioni turistiche della riviera del Conero non perdetevi questi due siti:

[nggallery id=94]

Le Grotte di Frasassi

A Genga (qui nella foto ) tra Fabriano ed Ancona nel parco della Gola della Rossa e di Frasassi c’è uno spettacolo della natura che trasforma la realtà in fiaba , se fate un viaggio da queste parti le Grotte di Frasassi sono sicuramente da non perdere.

Le nostre baby guide l’hanno già fatto ora tocca a voi seguendo un itinerario di circa un ora i vostri piccoli potranno ammirare con stupore piccoli laghetti, stalattiti intarsiate, gigantesche stalagmiti, partendo dal maestoso  Abisso Ancona (alto 240 m.) per arrivare alla stupenda Sala delle Candeline senza dimenticare il Giardino Cristallizzato o la Sala dell’Orsa e quella dell’Infinito.

Serra San Quirico – Il paese dei Balocchi

un paese da scoprire, saltare, giocare e… recitare
In estate, solitamente l’ultima settimana di Luglio, si svolge questa manifestazione che si sviluppa in tutto il centro storico di Serra San Quirico, un paese pittoresco che sembra una grande nave di pietra e mattoni incastonata tra il verde dei colli alle falde del monte Murano.

Il “Paese dei Balocchi” trasforma il paese per cinque giorni, le piazze vedono migliaia di bambini accomunati ai loro genitori nel gusto ritrovato del gioco fine a se stesso.

Le piazze e le vie medievali, le fascinose Copertelle (nella foto) fanno da cornice a una serie di attività condotte da veri esperti dell’animazione e dai bambini del paese che tra storie e folletti ci guidano in un percorso tutto da scoprire.

Il segreto de “Il paese dei Balocchi” è proprio nella semplicità e genuinità che avvalendosi dell’esperienza di professionisti della comunicazione e del divertimento rendono tale iniziativa unica e attraente.

La manifestazione si articola in spettacoli teatrali per ragazzi, laboratori di costruzione di burattini, di pittura, giochi all’aperto; sono presenti stand gastronomici, tutto ciò per ricreare l’incanto de “Il Paese dei Balocchi”. Lo scopo principale della manifestazione è quello di far vivere i sogni e le fiabe ai nostri bimbi e di far riscoprire i sogni da bambino che sono e saranno sempre presenti in noi.

Altra manifestazione importante che si svolge in questo paese è quella della Rassegna Nazionale del Teatro della Scuola  che si propone di allargare e di diffondere il gusto e l’amore per la pratica educativa del teatro all’interno della didattica dalle scuole materne alle medie.

[nggallery id=95]

San Leo e il Montefeltro

Il Montefeltro uno territori più belli d’Italia, posto nella zona di confine tra le Marche e la romagna ha in San Leo un degno esempio della sua bellezza. Con la sua maestosa Rocca dove il fantasma del Conte Cagliostro vaga ancora (per incontrare proprio i bambini) e la natura circostante non è ancora intaccata dalla civiltà industriale e per questo adatta a trascorrervi delle belle giornate di relax in compagnia dei vostri piccoli.

Per alloggiare vi consigliamo l’agriturismo CERELLA di cui più volte siamo stati ospiti, vi colpirà l’originalità delle camere e la cordialità della famiglia che gestisce la struttura (formata dalla giovialissima mamma, il tedesco-papà che vi stupirà e tre simpaticissimi figlioli) e per i piccoli tanti animali da cortile con cui giocare.

Diverse sono le attrazioni da visitare tra chiese e musei ma non fate perdere ai vostri figli la visita alla rocca dove tra armature e fantasmi si può rivivere per un momento la magia della vita di corte. E non dimenticatevi di gustare i famosi formaggi di fossa o stagionati nelle foglie di noce.

[nggallery id=96]

Smerillo –  La Pinacoteca d’arte dei bambini

Smerillo è un vero e proprio smeraldo ai confini del parco dei Sibilini, in questo piccolo centro sono racchiuse tante iniziative che meritano di essere vissute e scoperte.

Noi eravamo partiti alla sua scoperta per visitare il Museo Pinacoteca dell’Arte dei Bambini,  una struttura unica nel suo genere che racchiude tanti disegni, sculture e poesie create dai bambini di tutto il mondo nel segno della pace e della fratellanza dei popoli. La sua visita è sicuramente un arricchimento culturale sia per i nostri piccoli che per noi grandi.

Poi abbiamo scoperto tutte le altre risorse di Smerillo. Dove sono presenti un Area floristica protetta e un centro di educazione ambientale.  Vi sono inoltre due sentieri naturalistici: il primo quello denominato della FESSA  ci fa scoprire i fossili (raccolti e catalogati anche nel Museo dei fossili e minerali) e il secondo detto FOSSO che si snoda nel bosco lungo un corso d’acqua ricco di laghetti e cascatelle.

Smerillo è anche un balcone panoramico che consente anche una splendida vista a 360 gradi dal mare ai Sibillini al Gran Sasso.

Da provare assolutamente il ristorante LE LOGGE dove i funghi porcini e il tartufo sono accoppiati ai piatti tipici in modo divino.

[nggallery id=97]

Tanti link sulle Marche:

  • Agriturist
  • Il Montefeltro

Nessun Commento Disponibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *