Sposi Promessi di FataNeve la cagnolina dalla zampa fatata

Sposi Promessi di FataNeve la cagnolina dalla zampa fatata

Arrivano gli “Sposi Promessi, la revisione per ragazzini del noto narrativo manzoniano. Romanzo descritto da una oratrice cantante fuori campo stravagante e molto indemoniata, al limite tra concretezza e invenzione: baby FataNeve la cagnolina dalla zampa fatata.

Il nuovo racconto avvia con la piccola quattro zampe obbligata a casa dal cattivo tempo, per non annoiarsi si dedica alla lettura e dopo qualche pagina dello storico romanzo, decide di aiutare i due adolescenti ad incontrarsi velocemente: prima che la vicenda si trasformi in una telenovella infinita, di quelle che quando si avviano verso la fine non ti ricordi più come sono iniziate.

E così tra un’antica Lucia Mondella che non si decide a variare in Lucia la modella nonostante i consigli di FataNeve, e il Renzuccio che non sa guidare lo scooter, ne capitano di ogni.

La cagnolina fatina se la prende con don Abbondio, il parroco fifone, e vorrebbe liberare dei topolini per intimorire. Si intrufola nel castello di don Rodrigo per giocare con il suo cagnolino e sbafarsi una mega merenda. Alla monaca di Monza mette una bella tunichetta disegnata da un famoso stilista e una collana di rubini.
A casa del Sarto invece si auto invita a cena, e fa amicizia con l’Innominato, l’uomo senza nome che alla fine non sai più come fare a chiamarlo quando hai bisogno.
Punti esclamativi, puntini di sospensione, verbi coniugati in modo strampalato, frasi cortissime modellate il più delle volte su di uno slang tutto particolare, fanno di “FataNeve e gli Sposi promessi” un libro adatto soprattutto ad un pubblico dai 6 agli 11 anni, ma gradevolissimo ad ogni età.
L’unica pretesa era, e resta, quella di incuriosire i bambini, che sono dei critici molto attenti e a cui nulla sfugge, proponendo qualcosa di insolito. Spero di essere riuscita almeno a solleticare la curiosità, e magari tra questi piccoli lettori ci sarà chi in futuro amerà i Promessi Sposi, quelli veri che si dipanano tra pagine e pagine.
Attenzione però il libro non è solo da leggere: troppo facile.
Ci sono gli enigmi da risolvere, le frasi sconnesse da sistemare e pure qualche tranello per vedere se il racconto è stato seguito con attenzione o meno, oltre a delle schede di approfondimento sull’abiti e sul pietanza del tempo. Perché Renzo e Lucia mica avevano il supermercato a due passi da casa. Oltre ad un cammino alla scoperta dei luoghi manzoniani nei rioni di Lecco.

E come ogni storia che si rispetti anche questa finisce bene, ma con una sorpresa: i due sposi oltre a tanti bambini avranno anche dei cagnolini fatati, e non poteva che essere così.

Scritto da Paola Sandionigi è prodotto da Boopen editore (www.boopen.it). Se volete saperne di più non vi resta che leggere gli “Sposi promessi” di FataNeve la cagnolina dalla zampa fatata.
Potete scriverle un’email a fata.neve@libero.it vi risponderà al più presto.

Nessun Commento Disponibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *