Parco Nazionale del Gargano

Parco Nazionale del Gargano

Il Gargano, quaranta chilometri chiusi all’interno dal Tavoliere delle Puglie, conserva nel suo parco nazionale alcuni tra i maggiori tesori ambientali del Sud d’Italia: formazioni carsiche, come grotte e doline, ma anche i boschi della Foresta Umbra, ampi valloni, un mare da sogno (il Parco comprende anche la riserva marina delle Isole Tremiti), i preziosi agrumeti di Rodi Garganico o gli uliveti di Vieste.
Nel sottobosco, come nelle praterie, tantissimi fiori: qui, infatti, la fitodiversità spontanea comprende un terzo di tutto il patrimonio floreale italiano e solo le orchidee selvatiche sono presenti in 56 specie.
Numerose passeggiate si snodano all’interno della Foresta Umbra: a piedi o in mountain bike potete osservare specie vegetali e animali: faggete con esemplari plurisecolari già a bassa quota (a 300 metri contro i 1.000 della normalità), pinete con il pino d’Aleppo e caprioli, volpi, faine e uccelli.
Ma sentieri si trovano lungo tutto il Promontorio: Duna di Lesina, Monte Sacro, Santa Maria di Calena, Cutino d’Otri, e via dicendo (per avere la mappa e informazioni più dettagliate, rivolgersi all’Ente Parco Nazionale del Gargano). In auto, se percorrete la statale Garganica, lungo la costa, dalla Manfredonia arrivate fino a Rodi Garganico incontrando le spiagge di Baia delle Zagare, la sassosa Pugnochiuso, il lido di Portonuovo, la lunga spiaggia del Castello.
E Vieste, la più orientale del Gargano, eremo di case bianche fortificato ma più volte distrutto dai Saraceni. Poi risalite, fino a Peschici, piccolo porto con spiaggia e castello medievale contornato da ulivi, Rodi, il Lago di Varano e quello di Lesina, importantissime zone umide del Parco. In montagna, da vedere è Monte Sant’Angelo, ricca di storia e di monumenti.

Come arrivare: Autostrada A/14 Bologna-Taranto, uscita San Severo e ss/272 per San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo (circa 50 chilometri). Oppure uscita Foggia e ss Garganica per Manfredonia (circa 50 chilometri) e Monte Sant’Angelo.

Nessun Commento Disponibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *