In Malaysia con Francesco

In Malaysia con Francesco

Papà e mamma hanno passato i primi anni della mia vita a progettare e sognare viaggi stupendi nel lontano Oriente e ora che mi sento pronto anch’io è giunto il momento di partire  e nulla e nessuno ci potrà fermare.

La scelta cade sulla Malaysia, niente malaria, niente integralisti troppo assatanati, niente condizioni igieniche precarie.

E allora via a leggere insieme le storie di Sandokan e ad immaginare e progettare il nostro primo viaggio a tre.

Compriamo il biglietto aereo e prenotiamo via internet l’albergo a Singapore e via, verso l’avventura! 35 giorni da favola.

Certo, alcune precauzioni le abbiamo prese per scongiurare una reazione negativa del “piccolo viaggiatore”. A Singapore ci procuriamo il diabolico Game Boy, che assicurerà in alcuni momenti della giornata un rassicurante cordone ombelicale con la nostra civiltà tecnologica.

Poi non trascuriamo di visitare zoo di Singapore che per come è struttirato non sembra neanche che gli animali stiano racchiusi in delle gabbie. Attrazioni appetitose per bimbi (piacciono anche a noi…), sebbene questo ci costerà l’esclusione di alcune mete turistiche “inevitabili”. Ma che importa? Così siamo tutti felici!

Attenzione però pochi giorni in questa città costano come un mese in Malaysia.

La prima tappa della Malaysia è l’isola di Tioman dove a differenza di quello che dice la Lonely Planet, il turismo è calato assai negli ultimi anni. L’isola è quindi godibilissima e merita parecchio…
Abbiamo soggiornato alla modesta ma funzionale Tioman House (per soli 9 €uro al giorno per bungalow da 3 posti!!!!)
La mia mamma non nasconde tutta la sua felicità, sole e mare da favola.

Dopo una tappa veloce a Pulau Sibu (deserta ma molto costosa), ci dirigiamo verso le isole che ricorderemo per sempre le Perhentian (stupende  sia la Besar che la Kecil).

I giorni passano veloci (ahimè) fra isole tropicali da sogno, barriere coralline.

Sono diventato un esperto in immersioni (affascinato dai coralli multicolori e dagli inquietanti squali che gironzolavano a pochi metri da noi).

Alloggiamo da Cozy Chalet sulla Besar.
La troupe che la gestisce (nella foto) è veramente amichevole e disponibile.
Ci eravamo talmente affezionati che abbiamo dovuto scappare (dopo 12 giorni) nella commozione generale.

Una cucina deliziosa fatta di colori e sapori molto attraenti, non ho mai saltato un pasto si vede anche dalla felicità dei miei.

Non mancano  piacevoli incontri sia con bambini della nostra razza che con volti esotici sereni e solari sempre sorridenti e gentili con me.

Nessuna predica sull’antirazzismo varrà ad un bimbo quanto una giocata trascinante con coetanei dalla pelle scura, dal linguaggio misterioso ma dagli sguardi fortemente eloquenti.

E’ uno dei pochi aspetti della globalizzazione che presentano fascino o pregnanza morale.
Approfittiamone!

Successiva Tappa è a Kota Bharu punto obbligato per andare e venire dalle Peherentian. Qui di imperdibile c’è sicuramente il night-market sulla piazza principale e l’adiacente mercato ortifrutticolo popolato da stupende donne con abiti colorati che dispongono artisticamente spezie e quant’altro sui loro tappettini. (attenzione ai toponi formato XL)

Per poi finire il nostro viaggio a Kuala Lumpur con i suoi avveniristici grattacieli e i suoi coloratissimi quartieri popolari.

Al ritorno oltre che aver rinsaldato i nostri rapporti per le molte ore trascorse assieme ci sentiamo tutti più rinvigoriti, la mamma e il papà  con addosso uno “stupore infantile” ed io che mi sento più maturo ed… “evoluto” (per usare un termine di pokemoniana memoria).

Per molti conoscenti, lo scaraventare un bimbo di 6 anni in situazioni quantomeno imprevedibili era sembrata un’impresa ardita.

Di fatto, il tutto è trascorso tra accoglienti bungalow affacciati a giungle affascinanti e spiagge da favola, circondati da simpatici “indigeni” che abbiamo lasciato molto a malincuore per tornare nella nostra grigia (per taluni certo più rassicurante) civiltà.

INFORMAZIONI UTILI:

Clima
Caldo e umido tutto l’anno, improvvisi e violenti acquazzoni si verificano sopratutto tra ottobre e febbraio sulla costa orientale e tra giugno e dicembre sulla costa occidentale. La temperatura annua varia tra 1i 20 ed i 40 gradi. Periodo Migliore da Maggio a Luglio

Fuso Orario
Il fuso orario rispetto all’Italia è di + 7 ore quando da noi è in vigore l’ora solare e di + 6 ore quando in Italia c’è l’ora legale

Altri Siti:

  • MicroGuida Malaysia E D T

Nessun Commento Disponibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *